Esperienza di un incontro speciale

Qualche settimana fa ho passato una notte indimenticabile con Sara. L’ho conosciuta su un portale d’incontri per soli adulti e, dopo aver chattato per un paio di giorni, abbiamo deciso di trasformare in realtà le nostre fantasie erotiche. E devo ammettere che, non poteva andarmi meglio.

Ma prima di raccontarvi la mia calda notte con Sara, voglio fare una piccola premessa: mi chiamo Max, ho poco più di quarant’anni e da quando, una decina di mesi fa, la mia storica relazione con Marta è naufragata ho deciso di iscrivermi ad alcuni siti d’incontro che permettono di trovare una “trombamica”, una compagna di letto con cui condividere qualche ora di sesso senza troppe complicazioni. Inizialmente, non sapevo bene come muovermi e mi limitavo a dare un’occhiata ai filmini amatoriali e a leggere i racconti erotici dal sito http://www.raccontieroticireali.it ma, dopo un po’, mi sono fatto coraggio e mi son messo alla ricerca di una bella ragazza con cui farmi una scopata, senza impegno. Non avevo le idee chiare, ma una piccola certezza ce l’avevo: desideravo una ragazza porca e trasgressiva, con cui rotolarmi tra le lenzuola senza preoccuparmi di offrirle la cena o di ascoltare le sue noiose chiacchiere.

Iniziai, allora, a dare un’occhiata alle presentazioni presenti sul sito e, dopo un po’ la mia attenzione fu catturata dalla sensualissima foto di una bionda formosa, dall’aria sofisticata e sicura di sé: Sara. Nell’annuncio si definiva una giovane donna, annoiata della sua vita sessuale: Sara era alla ricerca di un uomo, ben dotato, con cui provare nuove forme di piacere e regalarsi una peccaminosa notte. La contattai ed iniziammo a chattare. Dopo poche battute, ci rendemmo conto di essere sulla stessa lunghezza d’onda e passammo immediatamente alla modalità cam. La voce di Sara mi faceva l’effetto di una voluttuosa carezza e presto i nostri discorsi si fecero sempre più bollenti.
Mi raccontò che voleva essere dominata, essere trattata come una schiava sessuale e mi spiegò che le piaceva essere presa con forza, anche analmente, e che non disdegnava l’uso di sex toys anche estremi.
Senza quasi accorgermene, mi ritrovai con una mano nei pantaloni e, per la prima volta in vita mia, mi masturbai al pc, davanti ad una sconosciuta. Anche Sara si toccò “in diretta” e la cosa mi piacque da morire: vedere il suo viso contrarsi in smorfie di piacere e sentirla gemere mi mise addosso un’eccitazione incredibile: Volevo vederla. Volevo scoparla. E glielo dissi.
Sara era molto disinibita ed accettò subito (chi l’avrebbe mai detto che fosse così facile trovare una bella ragazza da portare a letto?!?) e mi propose di ritrovarci l’indomani per organizzare un incontro a tinte forti.

Il giorno seguente c’accordammo per vederci in centro, per un aperitivo. Arrivai all’appuntamento con un certo anticipo e, per sciogliere la tensione ordinai qualcosa di forte. Non ero abituato a queste situazioni e mi sentivo come il protagonista di uno di quei racconti erotici che leggevo spesso.
Mentre ero immerso nei pensieri, vidi scendere da un taxi una ragazza bionda e subito la riconobbi: era Sara. Il suo sguardo incontrò il mio e, mentre mi raggiungeva, mi salutò con un sorriso malizioso. Era davvero bellissima con quel abitino leggero che esaltava le sue forme generose. E di certo non passava inosservata: tutti gli uomini del locale sembravano mangiarsela con gli occhi e mi eccitai pensando che di li a poco, quella bellezza sarebbe stata nel mio letto.
Ordinammo qualcosa da bere e parlammo un po’ (di cosa nemmeno ricordo); ogni tanto Sara, mi sfiorava, intenzionalmente, una gamba con il piede, o la sua mano indugiava sulla mia ed io sentivo un brivido d’eccitazione corrermi lungo la schiena. Tra di noi si era creata una fortissima tensione sessuale e, senza troppi convenevoli, le proposi di continuare la serata da me. Sara accettò con un sorriso e mi seguì nel parcheggio. Prima di salire in auto, la spinsi contro la portiera e la baciai con passione. Lei ricambiò e, mentre la sua lingua accarezzava la mia, il mio cazzo si fece già duro. Lei se ne accorse immediatamente, e senza preoccuparsi che qualcuno ci potesse vedere, mi slacciò i jeans, me lo prese in mano ed iniziò a masturbarmi. Il suo tocco era esperto ed io mi feci audace: le mia dita iniziarono a frugare tra le sue gambe. Quella porca non portava neppure le mutandine ed era già bagnatissima!
A voce bassa, ma decisa, le chiesi di abbassarsi e prendermelo in bocca e lei non se lo fece ripetere due volte: dopo avermi leccato le palle, se lo mise tutto in bocca ed iniziò a succhiarlo. Ci sapeva davvero fare e, nel giro di pochi minuti, mi fece raggiungere l’orgasmo: le venni addosso e Sara non si scompose; anzi, sembrò gradire molto il mio caldo nettare e dopo aver bevuto, mi ripulì il membro con la lingua, si sistemò e salì in auto. Prima di mettere in moto, la baciai ancora con passione, accarezzandole la coscia: la nostra serata a tutto sesso era cominciata sotto i migliori auspici.

Sara è stata fantastica: una vera dea del sesso, un’amante attenta e insaziabile; il suo corpo ardeva di desiderio e la sua fantasia non aveva limiti o inibizioni.
Una volta arrivati a casa, mi chiese di prenderla subito, contro il muro. Io, felice, l’accontentai. La spinsi contro la parete, le alzai il vestito e, appoggiai la punta del mio cazzo contro la sua fichetta bagnata. La penetrai, e senza fatica, mi feci largo dentro di lei. Era caldissima e, eccitato più che mai, iniziai a pompare con foga mentre Sara affondava le sue unghie nella mia schiena e gemeva sempre più forte. In breve, raggiungemmo l’orgasmo e, travolti da un’ondata di piacere, ci lasciammo cadere a terra. Dopo aver ripreso fiato, condussi Sara in camera da letto e lì, sotto le coperte, la mia amante soddisfò le mie voglie più segrete per tutta la notte.

Con Sara, quella sera, ho dato libero sfogo alla parte più animale di me e ho goduto come non mi capitava più da tempo immemorabile.
La notte trascorsa con Sara è stata incredibile. Incontrarla è stata un’esperienza bellissima: mai avrei pensato di poter passare una notte di sesso così intensa con una donna incontrata su un portale per soli adulti. Sara, mi ha fatto scoprire la gioia di fare sesso senza limiti e senza preoccupazioni.
Devo ammettere che, poche ore prima del mio “appuntamento al buio”, l’idea di portare a casa una sconosciuta incontrata su un sito vietato ai minori, un po’ mi preoccupava. Ma ora, dopo la mia magica notte con Sara mi domando perché, per tanto tempo, mi sono precluso certi piaceri.