Su quale conto deposito mettere i Nostri soldi

Gli ultimi anni si sono rivelati molto profittevoli, in termini di rendimenti percentuali, per coloro avvezzi ai mercati finanziari e propensi a correre il rischio di un’investimento in azioni.

Ma se invece siamo degli investitori prudenti e vogliamo mantenere un profilo di rischio molto più basso, su quale conto deposito potremmo mettere i nostri soldi?

Il conto deposito rappresenta infatti uno degli strumenti di investimento più sicuri, in grado di garantire un piccolo rendimento monetario sulle somme concesse in deposito senza correre rischi finanziari.
Ma come fare per scegliere il miglior conto deposito su cui riversare i propri risparmi? Prima della scelta, vediamo di capire innanzitutto di cosa si tratta.

COME FUNZIONANO I CONTI DEPOSITO

Il conto deposito, benché molto spesso confuso con il classico conto corrente, se ne differenzia notevolmente ed ha caratteristiche particolari: l’obiettivo principale è quello di garantire rendimenti maggiori sul capitale depositato a fronte dell’impegno a mantenere i soldi “vincolati” sul conto per un certo periodo di tempo.
Se si possiede una somma di denaro ma non si ha la necessità di utilizzarla nel breve periodo, il conto deposito offre la possibilità di guadagnare qualcosa in più senza correre rischi di alcun genere.
Il conto deposito “tradizionale” è vincolato: bisogna cioè mantenere i soldi fermi sul conto, con la possibilità di liberarli solamente a scadenze prefissate (solitamente variabili da 1 a 36 mesi). A scadenze più lunghe corrispondono naturalmente tassi di interesse riconosciuti più elevati.

Possiamo tuttavia optare anche per un conto deposito non vincolato: in tal caso i nostri soldi sono sempre disponibili ma riceviamo rendimenti minori. E’ possibile aprire un conto deposito recandosi fisicamente in una filiale bancaria oppure, come avviene ormai per tutti i conti correnti, anche online. Oltre al differente tasso di rendimento, il conto deposito non prevede solitamente alcun costo e, come i conti correnti, rientra nel sistema di garanzia previsto dalla legge che garantisce ogni importo fino ad € 100.000.

CONFRONTA LE OFFERTE

Rispetto a qualche anno fa i rendimenti dei conti correnti si sono quasi azzerati a causa dei tassi di interesse prossimi allo zero; anche i conti deposito ne hanno risentito ed i rendimenti hanno raggiunto i minimi storici.
Non è più possibile quindi guadagnare il 4-5% l’anno, come avveniva in passato; tuttavia il risparmio sui costi di gestione, quasi sempre del tutto assenti, è tutt’altro che trascurabile e rende sempre preferibile il conto deposito rispetto al conto corrente. Tra i migliori conti deposito troviamo i seguenti:

– Rendimax Family Top: il conto deposito ad alto rendimento di Banca IFIS al momento offre interessi tra i più alti in circolazione. Non prevede alcuna spesa di apertura, di chiusura e di gestione, compresa l’imposta di bollo. Il rendimento può arrivare al 2,60% se si vincolano i soldi per 5 anni. – Che Banca: offre 3 rendimenti e vincoli diversi, 0,30%, 0,50% e 0,70% per i vincoli di 3, 6 e 12 mesi.
– Conto Arancio: il conto deposito online di ING Direct, il più famoso. La promozione attuale riconosce il 2% annuo per le somme vincolate 6 mesi se si accredita lo stipendio o la pensione; per i soldi disponibili il tasso è lo 0,10%.
– Findomestic: il conto deposito di Findomestic rende l’1% per i saldi fino a € 10.000 e lo 0,50% sopra tale soglia; interessante perché non prevede vincoli, puoi prelevare il tuo denaro quando vuoi.
– ContosuIBL: il conto deposito di IBL riconosce fino a 1,25% senza vincolo; se invece si vincolano i soldi il rendimento va da 1,30% fino a 1,90% annui, per i periodi fino a 24 mesi.
Come vedi le alternativi sono molteplici e interessanti; non resta che scegliere quella più adatta alle tue esigenze!
fonte: http://finanza.prezzon1.com/